• scissors
    lunedì 2 luglio 2012massimoSenza categoria

    Schwalbe Tour Transalp, gran finale ad Arco

    La settima ed ultima tappa della decima edizione della Schwalbe Tour Transalp ha portato i ciclisti da Trento ad Arco, in una giornata caratterizzata dal sole e dal gran caldo. La salita al Bondone, lunga circa venti km, ha avvicinato gli atleti al gpm di giornata, posto nei pressi di Viote, a circa 1580 metri di quota. Si è trattato dell’unica vera salita di tappa, quella successiva verso il passo Ballino, a circa 775 metri di altitudine, si percorreva abbastanza in scioltezza. Arco, elegante cittadina sulla punta nord del Lago di Garda, accoglieva dopo 102 km  la carovana del Tour in una atmosfera di festa: gli atleti che avevano concluso la loro fatica non tardavano a farsi fotografare sul palco con la divisa di finisher, cercando di alleviare la sete con frutta fresca o con un bicchiere di birra. Nessuna novità di rilievo sul fronte classifiche, con il Merkur-druck.com che vinceva la generale nelle categorie donne, masters e grand masters. Tra gli uomini successo finale per il team Skins-Flachau-Mailis.de, nei mixed dominio del Team Sigma-Craft Rocky Mountain.    

    Ecco invece le classifiche di giornata.

    Cat. uomini

    1. SKINS-Flachau-Mailis.de, 2-A Obwaller Hans-Peter, 2-B Berndl Johannes, 3:03.04,9

    2. Grinta! Granfondo Team, 54-A Houben Kristof, 54-B van Damme Bart, 3:03.31,9

    3. Team Lightweight 3, 7-A Ludewig Jörg, 7-B Seewald Norbert, 3:03.58,7

    Cat. Donne

    1. merkur-druck.com/girls, 93-A Ilmer Marina, 93-B Zanner Beate, 3:21.25,4

    2. Flachau-KTM-Racingteam, 19-A Pleyer Lisa, 19-B Schorn Bettina, 3:26.03,7

    3. Sonosan-Multipower, 191-A Dietzen Bettina, 191-B Dietl Monika, 3:37.13,4

    Mixed

    1. TEAM SIGMA-CRAFT ROCKY MOUNTAIN, 27-A Sundstedt Pia, 27-B Bresser Carsten,3:15.04,3

     2. Alpenhaus Kitzbüheler Horn/bikepal, 17-A Prieling Nadja, 17-B Ramsauer Thomas, 3:18.38,0

     3. Team Strassacker, 68-A Skupke Krzysztof, 68-B Kopietz Caroline, 3:22.44,9,5

    Masters

    1. merkur-druck.com/masters, 1-A Hornetz Bernd, 1-B Weiss Werne, 3:01.00,8

    2. Isarnet corratec-Quest, 103-A Oettl Stefan, 103-B Hofmann Wolfgang, 3:03.40,9

    3. Steiner Cycling Team, 597-A Maag Stefan, 597-B Hintze Urs, 3:04.12,5

    Grand Masters

    1. Team SCOTT by BikesnBords, 3-A Hafenrichter Peter, 3-B Nussbaumer Harry, 3:04.01,2

    2. merkur-druck.com/grandmaster, 129-A Hickl Erwin, 129-B Poier Marco, 3:04.21,5

    3. Team Carraro, 177-A Bortolotti Rolando, 177-B Dellagiacoma Piergiorgio, 3:13.21,0

  • Sesta tappa

    n° 0
    scissors
    lunedì 2 luglio 2012massimoSenza categoria

    Trento accoglie la Schwalbe Tour Transalp

    La sesta tappa della Schwalbe Tour Transalp era la più lunga delle sette in calendario, e si è rivelata molto impegnativa per via del torrido caldo estivo: percorrere 147 km e 2750 metri di dislivello, con temperature spesso oltre i trenta gradi, ha richiesto particolare attenzione, soprattutto per evitare di disidratarsi.

    Il Comitato Organizzatore di Crespano del Grappa, dopo la sua prima esperienza organizzativa con la Transalp, ha ricevuto molti complimenti da parte degli atleti e degli addetti ai lavori. E ben sapete che accontentare tutti non è proprio semplice. La partenza dalla piccola cittadina trevigiana ha visto il gruppo compatto ed a velocità controllata fino a Valstagna, dov’è iniziata la bella salita verso Foza, sull’altopiano dei Sette Comuni: un serpente colorato che si incastrava nella roccia fino a raggiungere i boschi e i pascoli situati a circa 1200 metri di quota. Dopo aver percorso le strade di Gallio, Asiago e Rotzo il gruppo è sceso fino ad Arsiero, sempre in provincia di Vicenza. Da qui è cominciata la seconda salita, di circa 1200 metri, verso il Melignon, a quota 1500, per poi raggiungere il passo della Fricca.. L’ultima parte della tappa è prevalentemente in discesa, con il cronometro che si ferma alle porte di Trento, e con l’arrivo dei ciclisti in piazza Duomo.     

    Per quanto riguarda la categoria uomini ha vinto la coppia composta da Rizzi e Muraro, italiani del team Sportler 2, in poco più di 4 ore e 32 minuti, davanti a Obwaller e Bendl (team Skins-Flachau-mailis.de), che rimangono leader di categoria: al terzo posto Michael e Martin Hempfer.

    L’italiano Wiener Weiss e il tedesco Bernd Hornetz, masters, (merkur-druck.com/masters) hanno fatto anche oggi gara a sé, arrivando sul traguardo in 4 ore e 27 minuti. Si sono aggiudicati gli altri posti del podio Oettl e Hofmann, del team Isarnet Corratec e Leonhard/Vogel (Scott Race-Radhaus).

    Tra le donne vince ancora la coppia italo tedesca composta da Marina Ilmer e Beate Zanner (team merkur-druck.com/girls), sempre al comando della classifica di categoria. Al secondo posto le austriache Pleyer e Schorn, seguite da Dietzen e Dietl del team Sonosan – Multipower.

    Nel mixed ancora protagonista il team tedesco-finlandese composto da Carsten Bresser e Pia Sundesdt (Sigma-Craft Rocky Mountain), che hanno staccato di circa due minuti le austriache del team Alpenhaus Kitzbuheler e le tedesche del team Strassacker.

     

    Tra i grand masters si sono imposti Marco Poier e Erwin Hickl,saldamente al comando della classifica generale, davanti al team Carraro di Bortolotti e Dellagiacoma. Il Team Scott composto da Hafenrichter e Nussbaumer, coppia svizzero-tedesca, è salito invece sul terzo gradino del podio.

     

    Dopo sei tappe ci si prepara a quella conclusiva, fino ad Arco, che ospita per la quarta volta consecutiva la conclusione della gara. E per chi sarà riuscito a concludere la gara sarà occasione di grande festa.